Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

12 Dic 2018 in Fegato

Quando un organo non funziona bene, ha ripercussioni dirette su tutto il nostro organismo, modificandone il funzionamento ed inviandoci segnali di molti tipi. Nell’articolo di oggi segnaleremo i principali sintomi di un fegato carico di tossine.

Il fegato è, dopo la pelle, il secondo organo più grande del nostro corpo. Svolge funzioni vitali come la depurazione del sangue, la sintesi delle proteine e la produzione di bile per la corretta gestione dei cibi.

Una cattiva alimentazione, così come l’abuso di bevande alcoliche o di determinati farmaci, ma anche condizioni come epatite o stress, possono influire negativamente sul funzionamento del fegato. Di seguito ti elenchiamo i sintomi di un eccesso di tossine nel fegato.
Stanchezza costante. Quando il nostro fegato è saturo di tossine deve sforzarsi di più per svolgere i suoi compiti, causando stanchezza.
Cattiva digestione e gonfiore addominale. Il fegato partecipa attivamente alla digestione degli alimenti. Quando non funziona correttamente, le digestioni diventano più pesanti e sono accompagnate da gas, gonfiore e mal di stomaco.
Cambia il colore dell’urina. Se l’urina diventa più scura o di colore arancione, la causa potrebbe essere all’espulsione attraverso essa della bilirubina, una sostanza che dovrebbe essere eliminata dal fegato.
Cattivo umore e depressione. Quando il fegato è carico di tossine anche il nostro stato d’animo ne risente. Sbalzi di umore improvvisi e depressione sono sintomi comuni di un fegato che non funziona correttamente.

Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l’uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L’intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.