Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Il Presidente francese Emmanuel Macron ha invitato l’intera nazione a mobilitarsi contro l’islamismo.

“Intraprenderemo una lotta inarrestabile di fronte al terrorismo islamista”, ha dichiarato Macron durante la cerimonia presso la sede del dipartimento di polizia in cui i quattro funzionari sono stati uccisi dal loro collega radicalizzato.

Michael Harpon, 45 anni, ha pugnalato quattro suoi colleghi nel quartier generale della polizia di Parigi. L’aggressore è stato poi ucciso a colpi d’arma da fuoco dalla stessa polizia poco dopo. Secondo i media, Harpon si era convertito all’Islam alcuni anni fa ed aveva mostrato segni di radicalizzazione, come il supporto per l’attentato di Charlie Hebdo del 2015 e la serie di attacchi coordinati del ​​13 novembre a Parigi, che causarono la morte di 130 persone e che culminarono con la strage del Bataclan. Secondo quanto riferiscono i media, aveva lavorato come specialista IT (information technology) nella direzione dei servizi segreti della polizia di Parigi dal 1993.

Indagini sull’attacco

Un’inchiesta sull’attacco è stata subito eseguita ed un rapporto consegnato alla procura antiterroristica. Lunedì, i media hanno riferito che gli investigatori francesi avevano trovato una memoria esterna contenente materiale propagandistico del Daesh (ISIS / Stato Islamico) durante le perquisizioni alla casa di Harpon. Secondo Le Prisien, una flash card avrebbe contenuto videoclip con materiale del Daesh, con indirizzi e informazioni personali sui colleghi dell’attentatore.

Si ritiene che l’attentatore, che a quanto pare era sordo, avesse sposato una donna musulmana di nome Ilham nel 2014 e avesse avuto due figli con lei. Anche Ilham è stata arrestata dopo l’attacco, ma è stata liberata pochi giorni dopo e non è stata accusata.

Dopo l’attacco, l’opposizione ha invitato il Ministro degli Interni francese Christophe Castaner a dimettersi. Il Ministro ha ammesso che l’opportunità di prevenire la morte degli agenti è stata sciupata, ma ha anche aggiunto che non avrebbe annunciato alcuna dimissione. Ha piuttosto rivendicato il fatto che dal 2003 ad oggi la polizia francese ha impedito almeno 59 attacchi terroristici.