Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Ha chiesto la riscossione del premio da 209 milioni di euro attraverso un ente Bancario incaricato, l’anonimo vincitore del SuperEnalotto che lo scorso 13 agosto ha vinto il superpremio con una schedina da soli 2 euro.

A rendere nota la notizia è la stessa Sisal spa, concessionaria del SuperEnalotto.

La vincita, lo ricordiamo, era avvenuta in una ricevitoria di Lodi e si è trattato della vincita più alta nella storia del SuperEnalotto di Sisal.

Chi ha vinto i 209 milioni di euro al SuperEnalotto?

Da quel 13 agosto si è aperta la caccia al cliente del bar Marino di Lodi che ha vinto la cifra milionaria. Ma c’è da giurarci che il fortunato avventore del bar starà facendo di tutto per non farsi scoprire.

Il fatto stesso di aver incaricato una banca per la riscossione del premio, è indice che il fortunato vincitore sta agendo con molta accortezza.

Probabilmente è un residente di Lodi e forse una persona che non abita molto distante dal centro storico, vista la collocazione accanto al Duomo del bar.

L’appello della figlia del Bar Marino

La figlia del titolare del bar, Sara Poggi, si è rivolto direttamente al fortunato e ignoto vincitore chiedendogli di “rendersi conto del potere che ha in mano e aiuti tutte le persone in difficoltà che ha intorno, proprio come si vede talvolta nei film”.