Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Trecastagni è un paesino sulle pendici dell’Etna in provincia di Catania, dalla forte devozione religiosa. Una statua marmorea che rappresenta il Sacro Cuore di Gesù, è conservata dentro un’edicola votiva che capeggia lungo una delle strade della cittadina, luogo di devozione e riferimento. 

Un uomo del luogo, di 33 anni, di cui non si conoscono le generalità, aveva deciso di festeggiare Ognissanti in maniera tutt’altro che sacra. Aveva con sé una spranga e per ragioni non chiare, aveva deciso di distruggere l’edicola votiva. Ignaro di essere ripreso da una telecamera di sicurezza, si era fermato con l’auto davanti all’altarino e aveva iniziato a colpire con la sbarra di metallo la statua marmorea, forse intenzionato a distruggerla. 

​Il provvidenziale arrivo di un passante, che ha minacciato di chiamare i carabinieri, ha fermato l’uomo e scongiurato la distruzione totale della statua del Cristo. L’uomo ha gettato la spranga nell’auto, si è messo al  volante ed è sfrecciato via. I carabinieri, prontamente avvisati, sono accorsi sul posto e si sono attivati per l’identificazione dello sconosciuto, aiutati anche dalle telecamere di sicurezza. 

L’uomo è stato identificato e denunciato dai carabinieri per danneggiamento aggravato e porto illegale di arma impropria.