Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno questa nuova legge, che ha certamente goduto di una certa celerità nell’essere legiferata.

Da oggi 7 novembre 2019 è entrato in vigore l’obbligo di montare sulle auto che trasportano bambini fino ai 4 anni un dispositivo anti-abbandono. A volte li troveremo già integrati nei seggiolini per auto, a volte nelle vetture stesse o acquistabili a parte.

LEGGI ANCHE —> Ormai esausta di essere giudicata ed insultata decide di dire a tutti perchè lava suo figlio con la candeggina

LEGGI ANCHE —> Laura Pausini in ospedale a Bologna :Mi scendono le lacrime per il dolore

Per non gravare eccessivamente sui cittadini, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha istituito un fondo apposito nel Decreto Fiscale: in sostanza il costo complessivo di ogni sistema anti-abbandono è di 30 euro.

Le caratteristiche che questi dispositivi devono avere per essere validi sono:

– Essere in grado di attivarsi automaticamente a ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente.

– Dare un segnale di conferma al conducente nel momento dell’avvenuta attivazione.

– Essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo.

Per tutti coloro che non installeranno questo tipo di dispositivi sono previste multe dagli 81 ai 326 euro (che si riducono a 56 euro e 70 se si paga entro cinque giorni) e la decurtazione di 5 punti dalla patente.