Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Tre persone di origine straniera, ma viventi a Vicenza, di 66, 40 e 69 anni, sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per aver percepito indebitamente le pensioni di invalidità. I tre, appartenenti tutti allo stesso nucleo familiare, percepivano dall’Inps la pensione di invalidità civile per: cecità assoluta, cardiopatia e menomazioni mentali.

La Guardia di Finanza, che ha scoperto la truffa ai danni dello stato, ha sequestrato somme di denaro contante e beni immobili di cui i tre erano proprietari, per un valore complessivo pari a 90mila euro.

Per incastrare i falsi invalidi le Fiamme gialle hanno usato la più classica delle tecniche investigative, ovvero il pedinamento con ripresa video. Gli investigatori hanno così potuto provare che i tre soggetti non mostravano alcuna delle patologie per cui percepivano la pensione di invalidità civile dall’Inps.

I tre falsi invalidi stranieri, percepivano la pensione dal 2015.