Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Durante una pattuglia un blindato russo è rimasto danneggiato dall’esplosione di un ordigno artigianale. Tre soldati russi sono rimasti leggermente feriti, dichiara il ministero della Difesa russo.

“Il 2 dicembre, durante la ricognizione di una pattuglia congiunta russo-turca, 1,5 km a ovest del villaggio di Quran (distretto di Kobani nella provincia di Aleppo), un ordigno improvvisato è esploso vicino a un mezzo blindato della polizia militare russa”, dice il rapporto.

L’auto blindata ha subito danni.

“Tre militari russi che erano nell’autoblindata hanno riportato ferite lievi e contusioni. Non vi è alcun rischio per la vita dei militari”, ha aggiunto il ministero della Difesa russo.

I pattugliamenti russo-turchi

Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si sono incontrati il 22 ottobre per firmare un un protocollo d’intesa di dieci punti.

Il documento prevede l’ingresso, dalla parte siriana del confine con la Turchia al di fuori della zona di operazione “Fonte di pace”, della polizia militare russa e del servizio di frontiera siriano. Le parttuglie prevedono la facilitazione della ritirata delle truppe curde e delle loro armi a 30 chilometri dal confine tra Siria e Turchia, nonché per condurre pattuglie congiunte.