Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Interviene anche Graziano Delrio (Pd) alla Camera dei Deputati, dopo l’informativa del presidente del Consiglio Giuseppe Conte riguardo la modifica del Mes.

Sulle critiche mosse da Matteo Salvini al premier Conte e all’attuale governo, Delrio, un po’ goffamente, paragona il segretario del carroccio al personaggio Mercuzio del romanzo ‘Romeo e Giulietta’ scritto da William Shakespeare.

“A me è venuto in mente, in questi giorni, il dramma di Shakespeare, ‘Romeo e Giulietta’. Li c’è un protagonista, Mercuzio, che era abituato a fare lunghissimi discorsi, inutili, molto suggestivi, ma totalmente inutili e fantasiosi. Basati sul nulla. Noi abbiamo avuto il premier Salvini che invece che leggersi i documenti che lei ha li sul tavolo (indicando Conte, ndr), invece che ricordare, il vicepremier (cioè Salvini nel precedente governo Conte, ndr), quello che appunto veniva deciso nei consigli dei Ministri, si è prolungato in discorsi inutili… di attentato alla sovranità nazionale. E davvero ricordava Mercuzio quando accusava Romeo di avere una calma vile, disonorevole e di avere una disonorevole sottomissione”.

L’intervento di Matteo Salvini

Atteso a breve l’intervento di Matteo Salvini, che attraverso i suoi account social fa sapere di stare studiando quanto dovrà dire in aula.

In precedenza era intervenuta invece Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia, che ha risposto duramente alle parole di Conte sulla sua mancanza di cultura istituzionale.