Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

La popolazione di koala in Australia ha subito pesanti perdite a seguito dei devastanti incendi, pertanto questi animali potrebbero essere riconosciuti come specie in via di estinzione, segnala il Sydney Morning Herald, riferendosi alla ministra dell’Ambiente Sussan Ley.

Secondo la ministra, gli incendi hanno provocato gravissimi danni alla popolazione di koala in alcune regioni: a nord del Nuovo Galles del Sud e nel sud-est del Queensland.

Inoltre Sussan Ley ha affermato che le autorità federali hanno stanziato circa 35 milioni di dollari per il ripristino dell’habitat degli animali, nonché per sostenere il lavoro di scienziati, ecologi ed organizzazioni pubbliche impegnate nella salvaguardia dell’ambiente, inclusa la creazione di un piano di lungo periodo per la rigenerazione dell’ambiente.

​La metà dell’importo sarà destinata ai parchi nazionali, zoo e strutture veterinarie, che sono “pronti a fare tutto il possibile per ripristinare la flora e la fauna”. La seconda metà dei fondi, secondo la pubblicazione, sarà a disposizione della commissaria australiana per le specie minacciate di estinzione, la dottoressa Sally Box.

Il ministro dell’Ambiente ha affermato che la pianificazione per il recupero di lungo periodo della fauna inizierà con la mappatura delle aree colpite, la consegna di cibo per gli animali sopravvissuti e la pianificazione di azioni per proteggerli dai predatori.

Gli incendi in Australia non danno tregua per la siccità e le temperature anormalmente alte. Gli Stati del Queensland e del Nuovo Galles del Sud hanno dichiarato l’emergenza. Nei roghi sono rimasti uccisi molti esemplari di koala, canguri ed altre specie.