Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Rispetto al sondaggio del 23 dicembre 2019, commissionato dal TG La7 ad SWG sondaggi, il Partito Democratico sale dal 17% al 18,4% dei consensi elettorali. Ma è la Lega per Salvini Premier a detenere il primato incontrastato al 32,9% (invariato rispetto alla precedente rilevazione).

In ulteriore leggera perdita il Movimento 5 stelle che passa dal 15,7% al 15,2% dei consensi (-0,5%).

In leggero calo secondo il sondaggio politico anche Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, che perde giusto lo 0,1%, passando dal 10,5% al 10,4%. Si conferma quinto partito Forza Italia che a sorpresa guadagna un +0,3% dei consensi e giunge a 5,8% (era 5,5%).

E Italia Viva di Matteo Renzi? Anche il neo partito di centrosinistra guadagna un +0,1%, ed arriva così al 4,8% che è ben lontano dal 10% sperato da Renzi. Quest’ultimo, però, da quando ha dato vita al suo nuovo soggetto politico è uscito dal silenzio nel quale si era chiuso nell’ultimo anno e mezzo ed ha rilasciato numerose interviste per mostrare la sua visione politica.

Il Pd è invece in una fase di scioglimento preannunciato pochi giorni fa dal segretario Zingaretti, e bisognerà poi vedere se reggerà questa sfida nei prossimi sondaggi politici.

E se le sardine si candidassero?

Secondo il sondaggio politico di Tecnè, commissionato dall’agenzia di stampa Dire, voterebbero le sardine di Santori e compagni l’11,4% delle persone contattate per stilare il sondaggio. Si porrebbero quindi come quarta forza politica, subito dietro al M5s e davanti a Fratelli d’Italia.

Nell’intervista rilasciata giusto ieri da Mattia Santori a Radio Capital, questi ha fatto sapere che per ora il movimento delle sardine resta una realtà che ancora deve capire cosa deve fare nella sua vita politica appena nata. A marzo vi sarà un congresso, che lui preferisce chiamare un momento di “bilancio”.