Questo articolo è stato tratto dal post originale pubblicato su questo sito

Lo riporta l’AFP, citando le fonti di sicurezza. Ancora nessuna notizia sulle vittime. 

La nuova escalation di tensioni nella regione mediorientale ha avuto inizio lo scorso 29 dicembre, quando le forze armate statunitensi hanno lanciato degli attacchi contro obiettivi del gruppo sciita Kataib Hezbollah in Iraq e Siria.

L’operazione americana è stata giustificata come una reazione alla morte di un cittadino e al ferimento di altri quattro militari USA in una base irachena situata nei pressi di Kirkuk e colpita da un raid del movimento filo-iraniano.

SEGUE